Università degli studi di Firenze


L’Università degli Studi di Firenze partecipa al progetto attraverso il Centro Interdipartimentale Tecnologie dei Microsistemi per la Qualità e la Sicurezza Ambientale (CITMQSA), dove afferiscono i seguenti Dipartimenti:

 

DAGRI - Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali

DINFO – Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione

Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff”

SBSC - Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali e Cliniche

 

È un Centro in grado di affrontare un ampio spettro di tematiche grazie all’elevato livello di multidisciplinarietà garantito dalle afferenze. Numerosi, infatti, sono gli articoli pubblicati su riviste internazionali e su atti di congresso di primaria importanza che sono stati prodotti dai membri dello staff. Relativamente alle attività in essere per il presente progetto il gruppo di ricerca maggiormente interessato è quello che ha come struttura di riferimento il DINFO che ha partecipato a numerosi progetti di ricerca anche su argomenti correlati a quelli di SUMA e su applicazioni legate all’infomobilità. Il Centro ha a disposizione un laboratorio sito in Viale Morgagni è sede di uno dei dimostratori del progetto SUMA e le cui attrezzature e strumentazione sono state acquisite grazie al contributo regionale concesso nell’ambito del bando “Nuovo Patto per lo Sviluppo qualificato e maggiori e migliori lavori in Toscana. Area Progettuale 6.”

 

Nel Progetto SUMA, UNIFI-CITMQSA è responsabile delle attività che riguardano lo sviluppo di un sistema di localizzazione indoor in condizioni di assenza di segnale GPS (GPS Denied) finalizzato alla localizzazione di utenti e robot, incluse le specifiche di sistema. Lo sviluppo di tali sistema fa sia ricorso alle nuove tecnologie che si sono affacciate recentemente in questo ambito di ricerca ma mette a frutto anche il know-how sviluppato dal gruppo. UNIFI-CITMQSA contribuisce, in collaborazione con il partner Netsens, anche allo sviluppo di un sistema di monitoraggio ambientale in grado di controllare in modo distribuito lo stato della qualità dell’aria con un livello di accuratezza spaziale e temporale molto spinto. In particolare in tale ambito contribuisce alla caratterizzazione dei sensori, alla sviluppo dei circuiti di condizionamento e al loro interfacciamento. Il contributo di UNIFI-CITMQSA al progetto si estende alla collaborazione con numerosi altri partner con cui vengono portati avanti gli obiettivi relativi alla creazione e funzionamento dei vari dimostratori.